Qualità e Certificazioni

Certificazioni APT

Qualità
Ambiente
Sicurezza e salute
Qualità del servizio

APT S.p.A. è dotata di un Sistema di Gestione Integrato Qualità, Ambiente e Sicurezza, certificato dall’Ente accreditato Ancis s.r.l.

Il percorso, iniziato nel lontano 2003 con il conseguimento della certificazione di Qualità, è proseguito nel tempo attraverso un continuo miglioramento delle prassi e delle soluzioni organizzative.

Sono state infatti successivamente ottenute la certificazione Ambientale (nel 2009) e quelle sulla Qualità del Servizio e sulla Sicurezza e Salute nei luoghi di lavoro (entrambe nel 2012).

Nel 2013

con l’integrazione di queste quattro certificazioni, il Sistema di Gestione è stato ulteriormente consolidato ed è strumento dinamico, che recepisce i continui aggiornamenti legislativi e si adatta ai mutamenti organizzativi aziendali.

Nel 2019

 è stata effettuata l’ultima integrazione, con la transizione alla UNI ISO 45001:2018 (nuova norma in materia di Sicurezza e Salute nei luoghi di lavoro).

Il Sistema è regolarmente sottoposto a visite ispettive, effettuate dal medesimo ente certificatore, di sorveglianza (a cadenza annuale) e di riesame completo (a cadenza triennale).

UNI EN ISO 9001:2015

qualità

La norma specifica i requisiti di un sistema di gestione della qualità per un’organizzazione che:

  • ha l’esigenza di dimostrare la propria capacità di fornire con regolarità un prodotto/ servizio che soddisfi le esigenze del cliente/utente;
  • desidera accrescere la soddisfazione del cliente tramite l’applicazione efficace del sistema, compresi i processi per migliorare in continuo il sistema ed assicurare la conformità alle esigenze del cliente/utente.

APT ha conseguito già nel 2003 la certificazione di Qualità, in conformità alla norma UNI EN ISO 9001:2000 per l’attività di progettazione ed erogazione dei servizi di trasporto passeggeri su gomma e via mare (linea marittima estiva Trieste – Grado).

Il miglioramento continuo è stato perseguito attraverso costanti aggiornamenti della documentazione di sistema, volti ad adeguare la stessa a novità normative, modifiche organizzative, nuove necessità derivanti dai rapporti con clienti e fornitori.

Attraverso il “Riesame della Direzione” vengono condivisi gli obiettivi e le azioni necessarie per il loro raggiungimento.

Le eventuali anomalie vengono registrate come “Non Conformità” e gestite non solo per quanto riguarda la loro risoluzione, ma anche e soprattutto per ricercarne le cause ed introdurre nel sistema azioni correttive e miglioramenti volti ad impedire il ripetersi dell’errore.

L’ultimo certificato è stato rilasciato alla società il 24/06/2019 ed è in corso di validità fino al 06/01/2023.

UNI EN ISO 14001:2015

AMBIENTE

La norma in argomento si rivolge a quell’organizzazione, fornitrice di servizi, che decide di certificarsi principalmente al fine di tutelare l’ambiente, tenere sotto controllo i suoi impatti ambientali  più significativi, affrontare in modo sistematico la gestione dei processi che hanno una maggiore ricaduta ambientale, migliorare le proprie prestazioni ambientali.

Fornisce indicazioni sia per ridurre e prevenire gli impatti negativi sull’ambiente, sia per applicare un metodo sistematico di diagnosi della capacità di rispettare le prescrizioni previste dalla normativa obbligatoria per la tutela ambientale. Attraverso le attività di sistema vengono tenuti sotto controllo gli aspetti ambientali significativi, quelli cioè che, con il loro impatto, possono generare inquinamento di acqua, aria, suolo e sottosuolo.

Particolare rilevanza assume la gestione delle infrastrutture, intesa come:

  • mantenimento nel tempo dell’efficienza e funzionalità attraverso la manutenzione ordinaria e straordinaria;
  • rispetto delle leggi in materia di sicurezza e di tutela dell’ambiente;
  • mantenimento nel tempo delle autorizzazioni e dei requisiti richiesti;
  • monitoraggio degli impianti attraverso periodiche analisi strumentali.

Il rispetto della normativa vigente, oltre che avere la funzione di evitare l’irrogazione di sanzioni, facilita la condivisione di un metodo di lavoro strutturato.

Non da ultimo, si evidenzia l’importanza del controllo dei requisiti dei fornitori, con il doppio obiettivo di tenere sotto controllo la filiera del proprio prodotto o servizio e, nel contempo, diffondere una cultura più attenta agli aspetti ambientali.

L’ultimo certificato è stato rilasciato alla società il 24/06/2019 ed è in corso di validità fino al 06/01/2023.

UNI ISO 45001:2018

SICUREZZA E SALUTE

La norma per la sicurezza e salute nei luoghi di lavoro UNI ISO 45001:2018 va a sostituire la precedente forma di certificazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro BS OHSAS 18001:2007.

Il suo scopo è fornire uno strumento per poter predisporre luoghi di lavoro sicuri, attuare pratiche atte a prevenire ed evitare il verificarsi di situazioni di infortunio e malattia professionale e migliorare nel tempo le prestazioni in questi aspetti dell’attività aziendale.

La norma prevede un metodo, già introdotto nei Sistemi di Gestione della Qualità e dell’Ambiente a seguito della modifica delle rispettive norme intervenuta nel 2015, di approccio basato sul rischio e sull’individuazione delle opportunità di miglioramento, che scaturiscono non solo da eventi critici come le Non Conformità, ma anche e soprattutto dal monitoraggio dei processi e dall’andamento degli indicatori ad essi correlati.

Viene inoltre richiesto un controllo, da parte dell’Azienda, ancora più puntuale ed accurato sui requisiti dei propri fornitori e soprattutto dei prestatori di servizi in outsourcing, che devono attestare il rispetto degli adempimenti previsti per la tutela della salute e sicurezza dei propri dipendenti impiegati nelle attività oggetto di contratto con la nostra Azienda.

Tale controllo consente non solo di tutelare maggiormente l’Azienda e monitorare il livello e la conformità delle forniture ricevute e dei servizi offerti al cliente o committente attraverso i prestatori di servizi, ma anche e soprattutto di estendere alla catena di fornitura il circolo “virtuoso” del rispetto della normativa vigente e della cultura in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

L’ultimo certificato è stato rilasciato alla società il 24/06/2019 ed è in corso di validità fino al 06/01/2023.

UNI EN 13816:2002

qualità del servizio

La presente norma specifica i requisiti per definire, raggiungere e misurare la qualità del servizio nel trasporto pubblico di passeggeri (TPP) e fornisce delle linee guida per la scelta dei relativi metodi di misura.

Le aspettative e le esigenze del cliente vengono messe al centro dei processi di misurazione della soddisfazione del cliente e del processo di miglioramento continuo.

La qualità, infatti, viene misurata non solo per quanto riguarda il servizio erogato e la percezione del cliente rispetto ad alcuni parametri ma anche per quanto riguarda la progettazione e la qualità attesa dal cliente. I risultati vanno poi confrontati ed analizzati al fine di valutare il perseguimento degli obiettivi ed intraprendere azioni coerenti finalizzate al miglioramento degli standard ed alla risoluzione di eventuali criticità.

A livello nazionale, le aziende che gestiscono il trasporto pubblico locale in Friuli Venezia Giulia sono state le prime in Italia a certificarsi secondo questa norma.

L’ultimo certificato è stato rilasciato alla società il 24/06/2019 ed è in corso di validità fino al 06/01/20203.